EMDR E DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS

L’EMDR è l’approccio psicoterapeutico ideale per curare il Disturbo Post-Traumatico da Stress (PTSD). Il PTSD si sviluppa dopo l’esposizione della persona ad un evento traumatico, nel quale l’individuo ha vissuto o ha assistito a vicende che implicano morte, minaccia di morte o gravi lesioni fisiche per sé o per altri. Generalmente i sintomi di un disturbo post traumatico da stress si manifestano entro un mese dall’evento traumatico e, se non trattati con una psicoterapia, possono perdurare nel tempo anche per diversi anni, condizionando negativamente il benessere della persona.

Alcuni eventi che potrebbero innescare un PTSD sono: lutti, abusi, incidenti, catastrofi naturali…

Una persona con PTSD:

  • sperimenta una paura intensa, sentimenti di impotenza o di orrore,
  • ha la sensazione di rivivere continuamente l’evento traumatico in diversi modi (incubi, flash back, ricordi intrusivi);
  • evita più o meno consapevolmente tutte le situazioni e gli stimoli associati con la vicenda traumatica;
  • manifesta un’alterazione dell’umore, uno stato di costante allerta, irritabilità e calo della concentrazione e delle capacità mnemoniche.

Numerose ricerche hanno dimostrato che, a seguito di un evento traumatico, il cervello non riesce ad analizzare ed elaborare l’informazione e quindi viene creato un ricordo alterato ed incoerente del fatto traumatico/stressante, in cui la memoria, il pensiero, le reazioni fisiche ed emotive dell’evento traumatico non riescono ad essere integrati tra loro e con il resto delle esperienze personali dell’individuo.

Questo provoca un “blocco” nelle reti neurali, dove il ricordo è “congelato”, intrappolato e non riesce ad essere elaborato ed integrato con il resto dell’esperienza personale dell’individuo. Di conseguenza, il ricordo dell’evento traumatico disturba la persona attraverso sintomi ansiosi, immagini e pensieri negativi intrusivi e incontrollabili.

Durante una seduta di terapia EMDR, il terapeuta guida la persona ad elaborare il ricordo dell’evento traumatico e i sentimenti ad esso associati, mediante una specifica stimolazione oculare destra-sinistra alternata.

Dopo una o più sedute EMDR, la persona riuscirà a parlare in modo più distaccato dell’esperienza traumatica, senza farsi più coinvolgere emotivamente, quindi in modo più sereno.

L’EMDR è la via più efficace e diretta per superare i traumi e vivere serenamente il futuro, nonostante le difficili prove che abbiamo dovuto affrontare in passato.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *